La Croce Gloriosa o il Segno del Figlio dell’Uomo,
Ŕ l'annuncio del prossimo ritorno nella Gloria di Ges¨ Resuscitato


«... il Dozulé non può essere nascosto al Mondo...
poiché è il Messaggio dei Messaggi.
È l'Ultimo Messaggio assoluto e definitivo per tutta l'umanità...
per tutta l'umanità... per tutta l'umanità!!!
Dozulé sarà il Centro del Mondo scelto da Dio
per la Nuova Terra rinnovata... la Nuova Gerusalemme Celeste...
dove Dio è già Presente in Essenza... Spirito... Corpo... e Divinità.»
(Ges¨ a Conchiglia - 1 febbraio 2002*)

Una notte della Settimana Santa, a Dozulè, piccolo borgo nel nord della Francia. Era il 28 marzo del 1972, Maddalena Aumont, una signora di 47 anni, sarta e madre di 5 figli, vide apparire nel cielo un'enorme croce luminosa accompagnata da una scritta in latino: “Ecce crucem Domini”, ossia: “Ecco la croce del Signore”. Donna di fede confida l'accaduto in confessione al parroco che le rimarrà vicino nel difficile compito al quale è stata chiamata. Nel frattempo la croce le appare altre 7 volte. Il 27 dicembre del 1972, al termine dell'ultima visione, Gesù le si mostra innanzi splendente di luce: «Non abbiate paura, Io sono Gesù di Nazareth, il Figlio dell’Uomo Resuscitato». Faranno seguito numerose apparizioni durante le quali il Signore rivelerà a Maddalena il suo progetto di misericordia: «Dite alla Chiesa che invii dei Messaggi nel mondo intero e che si affretti a far erigere, nel luogo indicato la Croce Gloriosa e ai piedi un Santuario. Tutti verranno a pentirsi e vi troveranno la Pace e la Gioia. La Croce Gloriosa o il Segno del Figlio dell’Uomo, è l’annuncio del prossimo ritorno nella Gloria di Gesù Resuscitato. Quando questa Croce sarà elevata da terra Io attirerò tutto a Me.» (16a apparizione, 3-05-1974).
Gesù chiede alla chiesa francese di innalzare una maestosa croce alta 738 metri a protezione del mondo intero e per la conversione delle anime. «La Croce Gloriosa innalzata sulla Haute-Butte deve essere paragonabile alla città di Gerusalemme per la sua dimensione verticale. I suoi bracci devono drizzarsi dall’Oriente all’Occidente. Essa deve essere di una grande luminosità.» «Così è il Segno del Figlio dell’Uomo.» «Fate scavare a 100 metri dal luogo della Croce Gloriosa in direzione del suo braccio destro, ne uscirà dell'acqua. Verrete tutti a lavarvi in segno di purificazione.» «Siate sempre nella Gioia, non lamentatevi del cataclisma generale di questa generazione, poiché tutto questo deve arrivare. Ma ecco che appare nel cielo il Segno del Figlio dell’Uomo. E adesso deve compiersi il tempo delle nazioni. Tutti si batteranno il petto. Dopo l’evangelizzazione del mondo intero, allora Io ritornerò nella Gloria.» (11a apparizione il 5-10-1973).
«La Croce Gloriosa deve essere innalzata sulla Haute-Butte, vicinissimo al confine territoriale di Dozulè, nel punto esatto dove si trova l’albero da frutta, l’albero del peccato, perchè la Croce Gloriosa rimetterà ogni peccato. [...] Ogni braccio deve misurare 123 metri e la sua altezza sei volte di più.» (15a apparizione 5-04-1974).
Purtroppo, come accade sovente ad ogni veggente, lo scetticismo generale mise in dubbio l'autenticità dei messaggi e vennero chiesti dei “segni” per confutare ogni dubbio; ma il Signore, causa la nostra poca fede, non ne concesse: «Io voglio versare nei cuori umani la Mia Misericordia, per primo a coloro che conoscono il Messaggio e in seguito al mondo intero. Che coloro che hanno l’incarico di far innalzare la Croce Gloriosa non siano ciechi, poiché non vi sarà altro segno che quello di questa profetessa che è stata chiamata dalle tenebre alla Luce. In verità di segno non ce ne sarà un altro, poiché questa generazione è la più ipocrita e la più malvagia.» (24a apparizione 28-02-1975).
La chiesa locale ancora oggi non risponde all'accorato appello e non intende procedere all'erezione della croce. Gesù per questo ci ammonisce: «Attenzione, voi tutti che tenete velate le Parole profetiche che vi sono state rimesse, il Libro che Io tengo tra le Mie Mani è il LIBRO DELLA VITA che Mio Padre Mi ha dato il Potere di aprire, ed è su questa montagna Benedetta e Sacra, luogo che Egli ha scelto, che si rinnoveranno tutte le cose. E’ qui che voi vedrete la Città Santa, la nuova Gerusalemme. Ed ecco che apparirà la dimora di Dio tra voi. Ma allora si batteranno il petto quelli che lottano e rifiutano di ascoltare le parole che questa umile serva ha pronunciato. Voi ai quali Io ho domandato di annunciare il Mio Messaggio, voi siete colpevoli di lasciare il mondo nell’ignoranza di ciò che presto deve accadere. Non appoggiatevi sulla vostra propria riflessione. Perché lottate, giacché vi ho dato la Mia Grazia dogmatica? Per pietà, Io vi domando di ascoltarMi, il Mio Cuore trabocca di Misericordia.» (48a apparizione 7-07-1978).
Infine ci lascia con una promessa: «Io prometto alle anime che andranno a pentirsi ai piedi della Croce Gloriosa e che diranno tutti i giorni la preghiera che Io ho loro insegnato, che in questa vita Satana non avrà più potere su di loro e che per tutto un tempo di impurità, in un istante diventeranno puri e saranno figli di Dio per l’Eternità. Il Padre Mio la cui Bontà è Infinita vuole salvare l’Umanità che è sull’orlo dell’abisso. Con quest'ultimo Messaggio bisogna che vi prepariate.» (44a apparizione 2-01-1976).

* in riferimento a "La Rivelazione" data a Conchiglia


La Rivelazione Daniele Vangeli Apocalisse La Salette Fatima Garabandal Medjugorje DozulÚ JNSR Conchiglia